#danno

Danno presunto per il mancato riposo

danno presunto mancato riposo

Con l’ordinanza n. 18390/2024 depositata il 5 luglio 2024, la Corte di cassazione ha nuovamente confermato l’importanza della tutela del riposo dei lavoratori, sancendo che il diritto al riposo settimanale è indisponibile e deve essere garantito dal datore di lavoro senza necessità di una specifica richiesta da parte del dipendente. Questa decisione rappresenta un ulteriore … Leggi tutto

Novità sul risarcimento del danno per ambiente lavorativo stressogeno

novità ambiente lavorativo stressogeno risarcimento danno

La sentenza n. 15957 del 7 giugno 2024 della Corte di Cassazione segna un passo significativo nella protezione dei lavoratori da un ambiente lavorativo stressogeno. Essa stabilisce che tali condizioni di lavoro possono essere considerate un fatto ingiusto e suscettibile di risarcimento, anche in assenza di un intento persecutorio, e sottolinea l’importanza di una valutazione … Leggi tutto

Risarcimento del danno al lavoratore: Consiglio di Stato su mobbing e demansionamento

risarcimento danno mobbing demansionamento

La sentenza del Consiglio di Stato, Sezione II, del 12 marzo 2024, n. 2354, pone l’attenzione sulla definizione e distinzione tra mobbing e demansionamento nel contesto lavorativo. In particolare, la sentenza affronta la questione delle condotte lesive del datore di lavoro o del superiore gerarchico che possono danneggiare la salute mentale e la personalità del … Leggi tutto

Il dipendente ha diritto al risarcimento per il comportamento stressogeno del datore di lavoro

comportamento stressogeno datore di lavoro

L’articolo 2087 del Codice civile impone all’imprenditore un obbligo alla tutela della salute psicofisica del dipendente. Alla luce di detta disposizione, qualsiasi situazione che alteri l’equilibrio del dipendente determina, in capo a quest’ultimo, un diritto al risarcimento. Risulta sempre più frequente il dibattito circa gli ambienti di lavoro stressogeni, dove le condotte del datore di … Leggi tutto

Anche in assenza di procedimento disciplinare il datore può chiedere il risarcimento del danno

Risarcimento

Per negligenza si intende la colpa di non aver compiuto un’azione che si sarebbe dovuta compiere, a causa di mancanza di impegno o di attenzione, di disinteressamento nel compimento dei propri doveri o delle mansioni assegnate. Da una recente ordinanza della Corte di Cassazione, la n. 27940 del 04.10.2023 è emerso che il datore, in … Leggi tutto

Risarcimento per il lavoratore in caso di turni di reperibilità sproporzionati

Foto per articolo 09.08.23 scaled

La Corte di Cassazione ha emesso un’importante pronuncia a favore dei lavoratori, sancendo che il datore di lavoro è tenuto a risarcire i dipendenti quando impone eccessivi turni di reperibilità. L’ordinanza n. 21934 datata 21 luglio 2023 contiene delle implicazioni significative per i diritti dei lavoratori e la tutela del loro benessere psico-fisico, in quanto ha affermato … Leggi tutto

I riflessi del mobbing sull’ambiente famigliare

pexels rdne stock project 8489322 scaled

Le Corti da tempo riconoscono la possibilità, per i familiari di una persona vittima di illecito, di ottenere il risarcimento dei danni morali “riflessi”, vale a dire dei pregiudizi, derivanti dall’illecito, che colpiscano il contesto familiare: le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, già nel 2002, disponevano che ai parenti prossimi di una vittima di … Leggi tutto

Appalti, non sempre il committente è responsabile per l’infortunio del lavoratore

pexels pavel danilyuk 7937670 scaled

In tema di tutela della salute dei lavoratori, sull’imprenditore che, all’interno della propria azienda, affidi dei lavori a un’impresa appaltatrice, gravano diversi obblighi: in particolare, il committente dovrà verificare l’idoneità tecnica dell’impresa appaltatrice rispetto all’opera da compiere e dovrà informare l’appaltatore circa i rischi legati all’ambiente di lavoro e le misure di prevenzione e riduzione … Leggi tutto

Demansionamento, il lavoratore deve fornire prova del danno subito

pexels andrea piacquadio 3760137 scaled

Il demansionamento, ossia l’adibizione del lavoratore a mansioni appartenenti a livello professionale inferiore rispetto a quello nel quale è inquadrato, è attuabile solo in casi limite. Ai sensi dell’art. 2103 del Codice civile, il demansionamento può avvenire, infatti, qualora venga attuata una riorganizzazione aziendale che incida direttamente sulla posizione occupata dal lavoratore, che verrà dunque … Leggi tutto

Riconosciuto il danno da deprezzamento dell’immobile in caso di inadempimento di contratto preliminare

pexels monstera 5849583 scaled

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 34073 del 18/11/2022, ribadisce l’orientamento secondo cui, in caso di risoluzione per inadempimento di un contratto preliminare avente ad oggetto la vendita di un immobile, deve essere risarcito il danno derivante dall’impossibilità, per il promittente venditore, di vendere l’immobile durante la vigenza del medesimo contratto. A tale conclusione … Leggi tutto