Imprese

Jobs Act, una nuova pronuncia di incostituzionalità

pexels pavel danilyuk 8112199 scaled

Il D.Lgs. 23/2015 (c.d. Jobs Act), applicabile ai lavoratori assunti a partire dal 7 marzo 2015, disciplina il tema delle tutele per il lavoratore in caso di licenziamento illegittimo. In particolare, il Jobs Act ha percorso il solco già tracciato in precedenza dalla riforma Fornero (L. 92/2012), in quanto prevede una gradazione della tutela a … Leggi tutto

Danno presunto per il mancato riposo

danno presunto mancato riposo

Con l’ordinanza n. 18390/2024 depositata il 5 luglio 2024, la Corte di cassazione ha nuovamente confermato l’importanza della tutela del riposo dei lavoratori, sancendo che il diritto al riposo settimanale è indisponibile e deve essere garantito dal datore di lavoro senza necessità di una specifica richiesta da parte del dipendente. Questa decisione rappresenta un ulteriore … Leggi tutto

Licenziabile il lavoratore che fa ostruzionismo

licenziabile lavoratore che fa ostruzionismo

Il tema del licenziamento per giusta causa è sempre stato oggetto di numerose controversie giuridiche, in particolare quando si tratta di valutare la gravità dell’insubordinazione del dipendente. Recentemente, la Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 18296 del 2024, ha esaminato un caso particolarmente interessante, fornendo chiarimenti importanti sulla questione. La pronuncia si focalizza sul licenziamento … Leggi tutto

Lavoratrice in gravidanza, necessario un termine più ampio per impugnare il licenziamento

pexels cottonbro 5853833 scaled

L’ordinamento italiano predispone una serie di tutele a favore della lavoratrice in stato di gravidanza, in considerazione delle particolari condizioni di vulnerabilità in cui versa. Ma le esigenze della lavoratrice madre sono state prese in considerazione anzitutto in ambito europeo, con l’emanazione della direttiva 92/85/CEE, riguardante, tra l’altro, la protezione delle lavoratrici gestanti contro il … Leggi tutto

Contratto part time per fatti concludenti: principi di diritto e applicazioni pratiche

contratto part time fatti concludenti

Anche in presenza di un rapporto di lavoro subordinato full time, il datore di lavoro può provare sospensioni concordate delle prestazioni lavorative e delle correlative retribuzioni per facta concludentia. Questo significa che il comportamento concreto delle parti può dimostrare un accordo implicito riguardo alla modifica dell’orario di lavoro e della retribuzione. Una volta raggiunta la … Leggi tutto

Le registrazioni delle conversazioni sul luogo di lavoro

pexels cottonbro 8382282 scaled

Il tema della protezione dei dati personali è cruciale nel mondo contemporaneo, dove le informazioni sensibili e le comunicazioni private sono costantemente a rischio di esposizione. Infatti, il regolamento europeo 2016/679 (così detto GDPR – General Data Protection Regulation) qualifica la protezione dei dati personali come diritto fondamentale. Al contempo, la normativa europea precisa che … Leggi tutto

Repêchage limitato alle posizioni compatibili con l’esperienza del licenziato

repechage limitato posizioni compatibili esperienza licenziato

Con l’ordinanza n. 17036 del 20 giugno 2024, la Corte di Cassazione ha stabilito un principio di diritto rilevante in tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, chiarendo che l’obbligo del datore di lavoro di tentare il repêchage, ai sensi dell’art. 2103, comma 2, del Codice Civile, è limitato alle mansioni inferiori compatibili con il … Leggi tutto

Blocco dei licenziamenti e dirigenti, la questione alla Corte costituzionale

pexels kampus 8428101 scaled

Il Decreto Legge n. 104/2020, noto anche come Decreto “Agosto”, venne introdotto per far fronte all’emergenza sanitaria ed economica causata dalla pandemia di COVID-19. In particolare, l’art. 14 del decreto in questione imponeva ai datori di lavoro il divieto di comminare licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo e licenziamenti collettivi. Scopo del decreto era di … Leggi tutto

Responsabilità del datore di lavoro per lesioni colpose

responsabilità datore lesioni colpose

Il tema della responsabilità del datore di lavoro per lesioni colpose è stato recentemente riaffrontato dalla Quarta sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 23049/2024, depositata il 10 giugno 2024. La decisione offre una nuova interpretazione della posizione di garanzia che il datore di lavoro assume, anche qualora abbia nominato un preposto … Leggi tutto

Revoca del licenziamento: quando produce i suoi effetti?

office 6084178 1280

Una volta comminato un licenziamento, il datore di lavoro ha la possibilità di revocarlo, ossia di rimuoverne gli effetti, ripristinando il rapporto di lavoro come se il licenziamento non fosse mai stato intimato. È tuttavia necessario che la revoca venga effettuata entro quindici giorni a partire dal momento in cui il lavoratore impugna il licenziamento. … Leggi tutto